Biblioteca "Maria Goia"

Circonvallazione Sacchetti, 111
48015 Cervia (RA)


Tel. 0544.979.384

Tel. 0544.979.386 (ragazzi)

Il catalogo è qui:

iScopriRete



Con iScopriRete accederai a ScopriRete, il catalogo della Rete Bibliotecaria di Romagna e San Marino. Scaricala gratuitamente da iTunes e Android

Cerca nel sito


Orario dal 19/09/2016

 

lunedì

9-13.30

14.30-18.30

martedì

9-13.30

14.30-18.30

mercoledì

9-13.30

14.30-18.30

giovedì

9-13.30

14.30-18.30

venerdì 9-13.30
sabato 9-13

 

In evidenza

Un dio in rovina

di Kate Atkinson

mercoledì 22 febbraio 2017, ore 16:30

Con questo splendido romanzo – vincitore del prestigioso Costa Novel Award –, Kate Atkinson si conferma una delle autrici di maggior talento degli ultimi anni e non solo, capace di conquistare sia la critica sia il grande pubblico: definito «un capolavoro» da alcune tra le più prestigiose testate giornalistiche, Un dio in rovina è da mesi ai vertici delle classifiche inglesi e americane ed è in corso di traduzione in tutta Europa.

Visualizza scheda completa e commenti

Il filo del rasoio

di William Somerset Maugham

mercoledì 25 gennaio 2017, ore 16:30

Camminare sul filo del rasoio è difficile e, in effetti, tutt'altro che facile si presenta l'impresa di Larry, un giovane americano traumatizzato dagli orrori della Grande Guerra che si decide a percorrere - molto in anticipo sui suoi coetanei di qualche decennio dopo - la via dell'India, e dell'Illuminazione. E lo fa senza rinunciare a una fitta schermaglia amorosa con l'incantevole Isabel, a un duello col feroce zio di lei, e al cimento più arduo di tutti: la mera sopravvivenza nella spietata comunità di espatriati che fra le due guerre abitava la Riviera francese.

Visualizza scheda completa e commenti

La lettrice scomparsa

di Fabio Stassi

mercoledì 21 dicembre 2016, ore 16:30

Un nuovo personaggio letterario, un precario dei nostri giorni che cura i malanni delle persone consigliando loro dei libri da leggere. E quando il destino lo chiama, sempre con l’aiuto di un volume, indaga.

«Fabio Stassi si è fatto conoscere dal grande pubblico con L’ultimo ballo di charlot, incantevole biografia semi-immaginaria di Chaplin». - Ernesto Ferrero 

Visualizza scheda completa e commenti

Al giardino ancora non l'ho detto

di Pia Pera

mercoledì 30 novembre 2016, ore 16:30

"Per molti versi, avrei preferito non dover pubblicare questo libro, che non esisterebbe se una delle mie scrittrici preferite – non posso nemmeno incominciare a spiegare l’importanza che ha avuto nella mia vita, professionale ma soprattutto personale, il suo Orto di un perdigiorno – non si trovasse in condizioni di salute che non lasciano campo alla speranza. Eppure. L’orto di un perdigiorno si chiudeva con una frase che mi è sempre sembrata un modello di vita, un obiettivo da raggiungere: «Ho la dispensa piena». Oggi questa dispensa, forse proprio grazie alla sua malattia, Pia ha trovato modo di aprircela, anzi di spalancarcela. E la scopriamo davvero piena di bellezza, di serenità, di quelle che James Herriot ha chiamato cose sagge e meravigliose, di un’altra speranza. È davvero un dono meraviglioso quello che in primo luogo Pia Pera ha fatto a se stessa e che poi, per nostra fortuna, dopo lunga riflessione ha deciso di condividere con i suoi lettori. Non posso aggiungere molto, se non raccomandare con tutto il mio cuore la lettura di un libro che, come pochi altri, ci aiuta a comprendere la straordinaria avventura di stare al mondo". Luigi Spagnol

Visualizza scheda completa e commenti

Santa Mazie

di Jami Attenberg

mercoledì 26 ottobre 2016, ore 17:00

Difficile non restare affascinati da Mazie Phillips, grande cuore, corpo esuberante, passione sfrenata per la vita, libera da ogni conformismo. Di giorno nel gabbiotto del Cinema Venice a vendere biglietti, a osservare la gente. Di notte per le strade in cerca di avventure, buone bevute e un modo per dimenticare le fatiche della vita. Tutti conoscevano Mazie Phillips, era la regina del quartiere, perché aveva sempre una parola, una sigaretta, un goccio di liquore o qualche centesimo per tutti i barboni, i poveri, i diseredati che pullulavano nelle strade di New York City negli anni della Grande Depressione e del proibizionismo. Mazie Phillips dal cuore misericordioso è parte della storia di New York; una storia, la sua, quasi dimenticata, che Jami Attenberg con empatia e una scintillante immaginazione ha saputo salvare dall'oblio.

Visualizza scheda completa e commenti

Luce perfetta

di Italo Calvino

 

presso LIBRERIA MONDADORI

mercoledì 24 agosto 2016, ore 00:00

Marcello Fois racconta la contemporaneità come un tempo eterno. Il respiro epico e la tensione drammatica della sua scrittura danno vita a una storia dove il desiderio e la vendetta, la colpa e il perdono, si fondono inestricabilmente. Mostrandoci come la letteratura, da sempre, parli di una cosa sola: di noi.

Cristian è intraprendente e deciso, «uno di quegli uomini che, a certe donne particolarmente intuitive, fanno l’effetto di parlare anche quando tacciono». Maddalena è altrettanto tenace, e ha dalla sua la forza di saper immaginare – e insieme difendere – il proprio futuro. Sarebbero perfetti l’uno per l’altra, se il loro destino comune non avesse il nome di Domenico. Il sentimento che lega Domenico a Cristian «da un punto di vista della linea parentale genetica non ha nessun valore, ma da quello della linea parentale affettiva è quanto basta per dare senso a una vita intera». Anche se hanno cognomi diversi, infatti, i due ragazzi crescono come fratelli. E quando – passati i furori dell’adolescenza – Nuoro si organizza per apparecchiare la festa di fidanzamento di Domenico e Maddalena (nel frattempo rimasta incinta), diventa chiaro a tutti che per Cristian non c’è piú spazio. Se non fosse che lui è un Chironi, appartiene cioè a una famiglia «sempre caduta in piedi, perché il suo destino è di sembrare lí lí per precipitare, ma poi questo non accade mai». Tanto che quando si mette in mezzo Mimmíu – padre di Domenico, zio adottivo di Cristian – diventa evidente che la stirpe dei Chironi è troppo ingombrante per poter essere tollerata. Del resto «non si conosce veramente qualcuno finché non lo si può paragonare a se stessi»... Dopo Stirpe e Nel tempo di mezzo, un romanzo – attesissimo – colmo di passioni sopite, di tradimenti, colpi di scena e riconciliazioni. Una storia che si scioglie, infine, in un duello epico, dove nella vicinanza e nell’assenza si gioca la partita della vita. Gli anni Ottanta della speculazione edilizia in Sardegna, mescolati alle canzoni di Gazebo e al Conte di Montecristo, fanno da sfondo a una vicenda in cui il cuore dell’intera umanità sembra essere piú che mai esposto agli occhi del lettore. Un esercizio crudele eppure necessario, per sentire addosso quella luce perfetta che ammanta i nostri ricordi. Con la speranza di riconquistare la propria identità e i propri desideri, fino a comprendere che sognare è «immaginare se stessi esattamente nel posto in cui ci si trova».

Visualizza scheda completa e commenti

Gruppo di Lettura alla Libreria Mondadori

"Il bambino magico" di M. Paola Colombo e "Cinquemila chilometri al secondo" di Manuele Fior

mercoledì 20 luglio 2016, ore 21:15

Il bambino magico, proposto da Rita che condurrà la discussione,  prende le mosse da una notte, in Africa, presso l’albero delle parole, il luogo dove si raccolgono gli uomini del villaggio per ragionare e dove si presenta un bambino di cinque anni con un fagotto tra le mani. Il nome del bambino è Gora, è figlio del lottatore Ibrahima Diop e tra le mani, in realtà, ha un bambino dalla pelle bianca, un africano albino portatore di sventura, ma anche un bambino magico. Il bambino è Moussa, fratello di Gora.

Gora e Moussa crescono insieme, inseparabili l’uno dall’altro, e presto a loro si affianca la testarda Miriam, destinata a divenire il primo amore, terzo membro inseparabile del gruppo. Miriam è l’avventura e il desiderio che va oltre le imposizioni e le costrizioni. L’Italia, e Milano, è il luogo dove si ritroveranno ventenni, una terra vista come l’El Dorado che si rivela essere irta di ostilità e incomprensioni, ma anche di gesti di generosità.

 
E poi in abbinata, molto eccentrica, una  graphic  novel  di sapore  cervese, come la location e l'autore - a mezzadria con Parigi, per  la  verità - : per compensare questa auto referenzialità locale spinta, aggiungiamo che Manuele Fior, proprio con la graphic novel Cinquemila chilometri al secondo ha vinto la Fauve d'or come miglior album al Festival internazionale di Angoulême

Fior dipinge un delicato affresco delle vite di tre ragazzi, dall’adolescenza ad un’età più matura, una maturità che già inizia a mostrare i cambiamenti del tempo. 
Apparentemente, con la facilità con cui sembrano spostarsi da una città all’altra, Lucia e Piero lasciano che il loro rapporto si sfibri in modo quasi naturale; ma quel legame è solo addormentato, forse in sospeso, ma ancora vivo: vivo e pesante da portare come bagaglio, ovunque si decida di andare. 
Vediamo e sbirciamo la loro storia dalle serrande delle loro finestre e ne vediamo inevitabilmente solo dei pezzi, solo delle strisce di cui percepiamo la complessità, senza mai entrarci.

Il colore liquido accompagna in modo quasi ritmico le vite di Piero, Lucia e Nicola. Questo uso sapiente dell’acquerello è vivacizzato da contrasti di colore talvolta acidi, come quelli scelti per le pagine dedicate all’Italia, talvolta caldi e tendenti al monocromatico, come le pagine ambientate in Egitto.

 

Visualizza scheda completa e commenti

Se una notte d'inverno un viaggiatore

di Italo Calvino

lunedì 20 giugno 2016, ore 13:45

Se una notte d'inverno un viaggiatore è un romanzo di Italo Calvino pubblicato nel 1979. In esso Calvino narra la storia di un Lettore che, nel tentativo di leggere un romanzo (intitolato appunto Se una notte d'inverno un viaggiatore), è per ragioni sempre differenti costretto a interrompere la lettura del libro che sta leggendo e intraprendere la lettura di un altro. L'opera diventa quindi una riflessione sulle molteplici possibilità offerte dalla letteratura e sulla impossibilità di giungere a una conoscenza della realtà.

Il romanzo ha avuto un notevole successo in Italia e all'estero, specialmente negli Stati Uniti, dove è stato letto immediatamente come esempio di letteratura postmoderna. Appartiene quindi al genere del metaromanzo, un romanzo che si interroga sulla sua stessa natura.

Visualizza scheda completa e commenti

In Asia

di Tiziano Terzani

mercoledì 25 maggio 2016, ore 16:00

Tiziano Terzani e l'Asia, una storia lunga una vita. Ma è Terzani a raccontare l'Asia o è l'Asia a raccontare Terzani? Difficile dirlo, tanto forte è il legame che quest'uomo decise di stringere con il più misterioso e contraddittorio dei continenti. Leggendo questo libro, che nell'avvincente varietà delle sue pagine si offre come autobiografia e reportage, cronaca di costume e racconto d'avventura, ci si trova a rivivere gli eventi che hanno segnato la storia asiatica degli ultimi trent'anni, a ripensare ai grandi ideali che l'hanno formata e ai protagonisti delle sue svolte, a dare uno sguardo al suo futuro. E al tempo stesso Terzani invita a prestare ascolto all'altra voce, quella dell'Oriente vero, vissuto nella sua quotidianità, in mezzo alle donne e agli uomini, alle difficoltà, ai contrasti, ai riti, alle curiosità, ai mille volti del continente che più degli altri sembra destinato a influenzare il nuovo secolo che è cominciato.

 

Puoi trovare ulteriori informazioni sul libro QUI.

Visualizza scheda completa e commenti

Diario di Jane Somers

di Doris Lessing

lunedì 16 maggio 2016, ore 13:45

Janna, donna bella ed elegante di quarantanove anni, caporedattrice di una rivista a larga diffusione, ha alle spalle un solido successo professionale costruito con efficienza e levigata crudeltà, conquistato a prezzo di rinunce nella vita privata. Ha reagito alla perdita di due persone che amava, il marito e la madre, accentuando il proprio self-control e il piglio manageriale che costituiscono il suo fascino. Con vari uomini ha avuto legami brevi e distratti. Non trascura l'aspetto esteriore, sempre perfetto secondo l'ora e l'occasione. Un giorno, in una farmacia, Janna conosce una piccola e vecchia signora, Maudie Fowler. Comincia un'amicizia incredibilmente stretta, un legame quasi simbiotico. Janna prende a condividere e ad amministrare le manie, le fissazioni, le incallite abitudini di Maudie, i suoi malanni senili, e viene a contatto con un mondo disordinato e per lei dolorosamente affascinante, scoprendo una serie di possibili e insospettate trame esistenziali. Quando Maudie, dopo lunghi mesi di malattia, muore, Janna ha un moto di rivolta. Sa che d'ora in poi vivranno in lei due persone, e forse molte persone, germi inattuati di esistenze mai vissute.

Visualizza scheda completa e commenti