Biblioteca "Maria Goia"

Circonvallazione Sacchetti, 111
48015 Cervia (RA)


Tel. 0544.979.384

Tel. 0544.979.386 (ragazzi)

Il catalogo è qui:

iScopriRete



Con iScopriRete accederai a ScopriRete, il catalogo della Rete Bibliotecaria di Romagna e San Marino. Scaricala gratuitamente da iTunes e Android

Cerca nel sito


Orario dal 19/06/2017

 

lunedì
8.30 - 13.30
martedì
8.30 - 13.30
15 - 19
mercoledì
8.30 - 13.30
giovedì
8.30 - 13.30
15 - 19
venerdì
8.30 - 13.30
sabato
8.30 - 13

Orario dal 18/09/2017

 

lunedì

9-13.30

14.30-18.30

martedì

9-13.30

14.30-18.30

mercoledì

9-13.30

14.30-18.30

giovedì

9-13.30

14.30-18.30

venerdì 9-13.30
sabato 9-13

 

In evidenza

DOBBY

di Rebecca Piraccini

09/03/2016

Max un ragazzo di 13 anni adora la natura. Pratica scout e è sempre all’aria aperta a differenza degli altri bambini che stanno in casa a giocare alla play station. Da sempre vorrebbe un cane ma i suo genitori non glielo vogliono acquistare perché non si fidano di lui e pensano che se gliel’avessero preso dopo qualche settimana il lavoro sarebbe toccato tutto a loro. Max non sa cosa fare chiede ogni consiglio ad i suoi amici e ai suoi parenti. Sapendo che non sarebbe mai riuscito ad avere un cane tutto suo Max incomincia a fare volontariato in un canile senza il premesso dei suoi genitori. Lavorava tutti i giorni dopo scuola in un canile vicino a casa sua dove poteva andare sempre da solo in bicicletta perfino quando pioveva. Max tutte le volte diceva ai genitori che andava in biblioteca a fare i compiti e quindi i genitori essendo tranquilli lo lasciavano andare da solo. Ma i genitori di Max cominciano a notare che i voti di loro figlio stanno peggiorando. Inizialmente non capiscono il perché e chiedono a Max perché non si sta impegnando e perché aveva cominciato a non impegnarsi più a scuola. Max inventa delle scuse spiegando che è stanco e che non ne può più ma in realtà Max andava male a scuola perché tutti i pomeriggi lui era a fare volontariato al canile e  quando arriva a casa era stanco morto e quindi non faceva i compiti. Intanto Max conosce Dobby un cagnolino di cui lui tutti i pomeriggi si prendeva cura. Dobby era un po’ vecchio ed era stato abbandonato quando era appena nato. Intanto i genitori vengono a scoprire che Max fa volontariato in questo canile e parlano con il conducente per spiegarli come sia successo che Max sia riuscito a far firmare i documenti per entrare nel circolo di volontariato. Il conducente spiega loro che Max aveva datoa  lui tutti i documenti firmati da un adulto. Quindi i genitori vengono a scoprire che Max aveva falsificato le loro firme per entrare nel circolo del volontariato. I due genitori recandosi da Max per sgridarlo vedono che si sta prendendo cura di questo cane un po affaticato e che lo tratta come un bambino appena nato, si inteneriscono e lasciano andare il figlio a fare volontariato ma solo dopo che sarebbe finita la scuola. Il tempo passa e quando Max ritorna al canile Dobby il cane di cui si era preso cura muore. Per qualche mese Max non è più lo stesso ed è tristissimo. Quindi i due genitori decidono di prendergli un cane che lui poi chiamerà Dobby.

Torna indietro

Aggiungi un commento