Biblioteca "Maria Goia"

Circonvallazione Sacchetti, 111
48015 Cervia (RA)


Tel. 0544.979.384

Tel. 0544.979.386 (ragazzi)

Mail: biblioteca@comunecervia.it

WhatsApp: 328.1505916

Facebook: @biblioteca.goia.cervia

Instagram: @biblioteca.goia.cervia

YouTube: Biblioteca Maria Goia

Il catalogo è qui:

iScopriRete



Con iScopriRete accederai a ScopriRete, il catalogo della Rete Bibliotecaria di Romagna e San Marino. Scaricala gratuitamente da iTunes e Android

Cerca nel sito


Orario invernale

(dal 13 settembre 2021)

 

lunedì

9 - 13.30

14.30 - 18.30

martedì

9 - 13.30

14.30 - 18.30

mercoledì

9 - 13.30

14.30 - 18.30

giovedì

9 - 13.30

14.30 - 18.30

venerdì

9 - 13.30

14.30 - 18.30

sabato
9 - 13

 

 

Orario estivo

(dal 20 giugno 2022)

 

lunedì

8.30 - 13.30

14.30 - 18.30

martedì
8.30 - 13.30
14.30 - 18.30
mercoledì
8.30 - 13.30
giovedì
8.30 - 13.30
14.30 - 18.30
venerdì
8.30 - 13.30
sabato
8.30 - 13

In evidenza

I Luoghi Letterari

Ventitre scrittori, poeti e filosofi, fra i più illustri che calcarono questa terra, vi hanno lasciato preziose tracce e testimonianze. I Luoghi letterari li riuniscono in un grande convivio, tracciando i luoghi che li hanno ospitati, e di cui hanno voluto raccontare storie, ambienti e personaggi. È una riscoperta della parola, che qui si fonde con la bellezza dei paesaggi e la loro origine. Così i luoghi, stanchi e assopiti, ora sono vivi e palpitanti. Abitazioni, piazze, strade e siti adamantini riecheggiano di tante allocuzioni, di versi, di pensieri in divenire, in un passato che ritorna. E la sua coscienza custodisce tutto questo patrimonio, che va letto con cura: come una enciclopedia del tempo. I Luoghi spaziano su tutto il territorio cervese, capaci di (re)suscitare i sentimenti. E ci riuniscono, appassionatamente, intorno a questa grande idea: l’identità. Potendo fare di Cervia vecchia e Cervia nuova un unicum, senza barriere e frazionamenti, unico corpo di una mente che lo plasma. I Luoghi hanno ospitato gente di ogni momento storico, ne trasuda lo spirito errabondo, ne interpreta la vitalità di una essenza mai doma. Ora è venuto il tempo di (ri)scoprirlo, con un tour simile alla esplorazione illuminista, o a una contemplazione romantica soddisfatta di sé stessa. Allora partiamo, e che questo viaggio non finisca mai – nella nostra fantasia -, irrorato delle genti di Ficocle, dal limo della salina, dal tratteggio pendulo della pineta e dal fragore dei marosi. Le nostre emozioni rinfocoleranno i nostri sentimenti, un fatto ineluttabile, di fronte a cotanta bellezza del sapere.

 

Massimo Previato

Delegato del Sindaco al Parco letterario